[vc_row][vc_column][vc_column_text] CAPITOLO 3   Aaron la ricopriva d’attenzioni a volte soffocanti. Lo vedeva spesso intento ad osservarla, la controllava. La spiava teneramente. A volte si estraniava dalla realtà circostante e sembrava in trance. Gli occhi fissi e immobili e le labbra serrate come i

[vc_row][vc_column][vc_column_text] CAPITOLO 2   Quel pomeriggio, d’inizio inverno, era luminosissimo e sentì la voglia di stare fuori, di prendere aria, di respirare il profumo della sua Palermo che sapeva di marzapane. Decise che sarebbe andata a fare acquisti, per distrarsi da quel brivido che

[vc_row][vc_column][vc_column_text] CAPITOLO 1 Aveva una fretta indiavolata, come sempre. Perché era sempre maledettamente in ritardo? Eppure aveva orologi di tutte le forme e le fattezze, sparsi per tutta la casa. Appesi alle pareti, sugli scaffali, perfino in bagno e in cucina. Infilava saltellando i jeans