Retroscena

Curiosità, avvenimenti, pensieri ...

n.1 L'amore viene a cercarti

Perchè ho deciso di raccontarvi i restroscena dietro la mia attività di narratrice?

Ho pensato  alla mia curiosità, a quelle domande che mi nascono spontanee quando leggo un libro. Forse le stesse domande se le pongono i miei lettori e le meie lettrici? Questa è l’idea di fondo di questa serie di post sul blog.

Così nascono “I restroscena”, curiosità sui miei romanzi, narrazioni…restroscena appunto.

Il primo riguarda il Romance Passion “L’amore viene a cercarti” (http://amzn.to/eFJ68YF)

Perchè ho deciso di scrivere un Romance Passion?

Per mettermi alla prova, per capire se fossi stata capace di scriverlo. In verità sapevo di esserne capace di sceivere questo tipo di narrazioni perchè ho vinto, negli anni passsati, due premi nazionali per i racconti erotici.

Un romance intero è un’altra cosa però.

Mi piacciono i romance, come sanno bene chi mi legge, in essi puoi nascondere messaggi importanti dentro storie d’amore. Puoi creare eroi ed eroine che non siano stereotipi e che diano una nuova visione del mondo.

Così ho letto un bel poco di romanzi erotici…arrossendo e ridendo come una pazza per quello che leggevo e decidendo che non volevo scrivere un erotico, checnon era nella mia natura raccontare scene crude di sesso, ma che preferivio i Passion più eleganti nel narrare le scene a forte impatto sessuale. Il primo passo è stato leggere, leggere, leggere. Le grandi narratrici e poi anche le nuove leve e incamerare modi e metodi e poi, pensare a come volevo raccontare io.

Non ci vuole molto a raccontare i romance per me, devo pescare nei miei sogni d’amore di ragazzina, nelle pagine lette delle serie Harmony, della Cartland, di Lyala e molte altre autrici e non per ultimo D.H. Lawrence, e rimescolare anche nelle torbide storie come “La lettera scarlatta”, Madame Bovary …

Mi diverto tanto quando scrivo i romance, sono leggera e immersa in sogni d’amore, le storie sono morbide, tormentate, ma il lieto fine è alla fine e questo rincuora chi scirve e chi legge.

Non credo che i romance siano un sottoprodotto letterario, ma un genere che se ben scritto e ben ideato può trasferire idee e messaggi, può sbriciolare tabù e dare prospettive nuove soprattutto alle giovani donne, ma anche a quelle più mature che hanno bisono di sognare ancora l’amore, nonostante la vita trascorsa e l’incombere della realtà. Ho visto il film Book Club, da cassetta in verità, niente di artistico, un’americanata  con grandi attrici come Jane Fonda che mi ha aperto gli occhi proprio su questo punto…sono le donne mature, come me, ada vere più bisogno dei romance!

Quando mi sono seduta a scrivere “L’amore viene a cercarti”, sapevo con certezza che l’avrei ambientato in mezzo ai campi, immerso nella natura e profumato come un pout pourri di fiori di campo. Questo romanzo ha come protagonista una giovane donna, ma il prossimo sarà diverso…

Resta collegat* per conoscere altri retroscena…
Vuoi conoscermi meglio? Visita il mio sito – io ti consiglio di iniziare da qui – o seguimi sui social.