Racconto essenziale in 100 parole n. 7

Questo è l’ultimo di tre racconti con il tema:

Il mare 

Mi trotterelli accanto. La manina salda nella mia. I miei piedi vissuti e i tuoi appena in cammino lasciano orme acquose che il mare cancella con il suo ritmo. A volte con un velo d’ acqua rotondo orlato di spuma, a volte più impetuoso come un flutto che s’infrange e ricopre. Sgambetti e trilli al dispetto giocoso dell’onda che ti raggiunge. Io fremo pensando ai marosi e alle tempeste che ti potranno scoprire lontano dal porto, alla bonaccia che ti porterà al largo, al tempo che porta via le orme della vita, al canto delle sirene che ti ammalieranno .

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO