Racconti in 100 parole n. 4

Provaci anche tu!

Scrivere un racconto di sole 100 parole è molto difficile, soprattutto per una chiacchierona come me. Farlo richiede tanta concentrazione ed una grande capacità di sintesi, insomma, è un vero e proprio esercizio di stile.

  • Pensi che sia un gioco da ragazzi?
  • Vuoi testare le tue capacità?
  • Ti piacerebbe cimentarti in questo esperimento?

Provaci! Inviami i tuoi racconti brevi, li leggerò e pubblicherò i migliori sul mio blog.

Ecco il mio racconto in 100 parole n. 4.

L’acqua gorgoglia, s’intrufola, rotea, scava la sabbia in fosse scivolose e mi cola intorno alle gambe. Le mani la impugnano per trattenerla. L’onda che ritorna, la sottrae, ma non ci riesce con i miei pensieri che si arrotolano con l’acqua e il sole che imprigionato nella spuma. Penso a te nel tuo mare personale dentro di me. La cresta si allunga dai miei piedi, alle gambe fino a te e tu sobbalzi e sgambetti, sembri giocare con lei.  Sorrido e immagino le tue gambette abbronzate accanto alle mie che colpiscono l’onda e  mi schizzano di gioia.

Photo by David Hofmann on Unsplash

Se hai delle domande da farmi scrivi tra i commenti, ti risponderò subito.
Vuoi conoscermi meglio? Visita il mio sito – io ti consiglio di iniziare da qui – o seguimi sui social.