Acquista

La lettera nascosta. Prima indagine di Dalia Lomia, l’avvocato delle donne

10.00

Categoria: Tag: ,

Descrizione

Dalia Lomia è una giovane avvocato siciliana. Dedica la professionalità e la sua umanità per aiutare le donne che devono difendersi e proteggersi dal male del mondo. La sua carriera è in ascesa ed è entrata a fare parte di un grande studio come associata, così compra, da un amico antiquario del padre, una elegante scrivania che nasconde, in un doppio fondo di un cassetto, una lettera scritta 30 anni prima, mai consegnata. Inizia così per lei un percorso di ricerca di Adriano, destinatario della lettera e della donna che che l’aveva scritta per lui, sua madre. In questo percorso Dalia non è sola; con lei ci sono Rebecca, la sua amica d’infanzia, il suo alter ego pasticcone e senza regole, e il Commissario Matteo Guareschi. Nella sua esistenza si intrecciano le vite di tutte le donne che incontra, le loro storie terribili, le sue vittorie e la storia principale che è quella legata al mistero della lettera nascosta. Dalia è nota nel Foro catanese, con il soprannome di Lady di Ferro: non ha mai perso una causa per aiutare le sue donne, ma dietro questa cortina di ferro, Dalia è una donna capace di grande passione e tenerezza, morbida e arrendevole fino a essere fragile. Ha trent’anni e ha voglia di un amore, di spezzare la solitudine che ha desiderato e mantenuto per essere adeguata al suo ruolo professionale di paladina delle donne. Una donna moderna, contemporanea, che vive nella sua terra, la Sicilia, che domina la scena coni suoi profumi e sapori, i suoi umori che ha il fuoco del vulcano dentro quando combatte per le sue donne e il tepore del mare quando affronta la sua vita e quella degli altri.

Il romanzo è il primo di una serie con protagonista Dalia e il suo impegno lavorativo in favore delle donne, ma è autoconclusivo anche se lascia fili narrativi sospesi che troveranno il seguito nelle storie successive. Moltissimi i temi trattati, ma con leggerezza e con una nota ironica che stempera la brutalità di alcune situazioni. Non manca una nota “rosa” che non può non esistere nella vita di una giovane donna.