Grazie al suo invito a leggere la sua raccolta di racconti per la mia rubrica #Lacercatricediperleletterarie, ho incontrato LOREDANA MARCONI e la sua breve raccolta di racconti IL SOFFIO.

COSA NE PENSO

Titolo: Il soffio

Autrice: Loredana Marconi

Genere: racconti

Editore: Youcanprint

Anno di pubblicazione: 2019

Tre donne, ognuna con il suo percorso e con la sua strada da percorrere alla ricerca di sé.

Fare un viaggio per allontanarsi e comprendere chi si è e cosa si vuole veramente. Trovarsi catapultata in una vita desiderata e inaspettata e prendere consapevolezza di chi ti sta accanto. Mettere i piedi su un prato e rivedere il proprio vuoto, la mancanza. Queste le tre storie narrate.

Il primo racconto inizia come un diario di viaggio vero e proprio, che risulta un poco sterile per l’elencazione dei luoghi e dei momenti del viaggio e le azioni ripetute, come l’andare al ristorante. In questo elenco il personaggio perde la sua consistenza, il suo spessore.I dialoghi risultano un poco didascalici e non proprio spontanei, ma la storia è buona e se ripulita e centrata avrebbe forza e senso.

Il secondo racconto è quello che risulta più piacevole, ma anche in questo caso un poco troppo “frettoloso”, fugge via veloce senza entrare nel merito della vita dei personaggi, delle loro emozioni.

L’ultimo racconto è appena accennato, solo in nuce, ma anch’esso ha un grande potenziale. 

Le storie sono forti, ma hanno bisogno di essere narrate, di essere decompattate.

I personaggi devono essere più visibili e concreti e ciò che accade loro non dovrebbe essere solo delineato a grandi tratti acquosi. Nel terzo racconto, ad esempio, il dramma che la protagonista ha nell’anima si intravede, ma si perde subito in una narrazione che si concentra su altro e solo per un colpo d’occhio, a una fugace intuizione ci si può collegare al dramma della protagonista.

La scrittura è semplice e lineare e questo è un pregio, ma è la tecnica di narrazione che dovrebbe essere affinata e controllata, per servire la forza le storie narrate.

Penso che i racconti siano perle, ma ancora nascoste nella valva che le coccola e che attendono solo di completare la loro crescita e di splendere. Lo definirei un’esercizio di scrittura che ha la stoffa per diventare qualcosa di più.

Per chi ha Kindle Unilimited è gratuito.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO