Blocco dello scrittore: come combatterlo

Pensieri a matita

Il mondo visto attraverso i miei occhi

Qualche giorno fa Vale di lepaginedellamiavita mi chiedeva se mi fosse mai capitato di tentennare, di bloccarmi durante la scrittura di un libro.
Ci ho riflettuto un po’ ed ho capito che, in verità, non mi è mai successo. Certo, in questo mi ritengo fortunata! Sono molti i narratori che, almeno una volta nella vita, incappano nel temutissimo blocco dello scrittore.

Sono abituata a scrivere tutto d’un fiato, lo faccio senza sosta e completo i romanzi in poco tempo. Se ho la storia in testa, la sento viva in me, sento l’urgenza di narrarla. Nella mia mente diventa come un film ed è come se fossi una spettatrice che guarda e racconta. Devo solo decidere quali parole usare per narrarla, o meglio, devo lasciarla fluire: come se le parole fossero già in me e io dovessi solo renderle evidenti, scritte, leggibili.
Il mio mestiere d’insegnante di lingue straniere e le mie conoscenze tecniche sulla scrittura – acquisite durante i corsi di scrittura creativa e come lettrice compulsiva da quando avevo sette anni – mi aiutano a sostenere il racconto, a reggerlo e a revisionarlo, mi permettono di controllare la lingua e lo stile. Alcune storie restano congelate nella mia testa per anni, fino a che non decido di narrarle, posso fermarmi e riprenderle quando voglio, loro sono sempre lì ad aspettarmi.
Mi capita spesso di alzarmi in piena notte e di sentire l’esigenza di narrare, ho degli strumenti incredibili nel cassetto del comodino: penne con la punta luminosa che mi permettono di vedere ciò che scrivo al buio, taccuini, fogli e pezzi di carta. Durante il giorno scrivo tantissime note sul mio cellulare ma ho anche milioni di penne e matite sparse nella borsa, insomma, se sento l’impulso, qualunque cosa va bene. Ovviamente, alla sera, è necessario riprendere in mano tutti gli appunti della giornata, ma una volta fatto, la storia resta lì, devo solo rileggerla ed è sempre come se non l’avessi mai conosciuta prima.

Se hai delle domande da farmi scrivi tra i commenti, ti risponderò subito.
Vuoi conoscermi meglio? Visita il mio sito – io ti consiglio di iniziare da qui – o seguimi sui social.